Follow by Email

lunedì 29 ottobre 2012

L'allestimento

Tanto ho pensato alla giusta location per il servizio fotografico, ho chiesto a molte persone, ma, anche se mi si offrivano delle proposte interessanti, era poi molto difficile l'idea di trasportare materiali e arredi in un altro luogo che non fosse casa mia.
Perchè io so che, per quanto si cerchi di pensare a tutto, all'ultimo momento si desidererà avere a disposizione Quella Piantina, Quella Candela, Un Pò di Spago, insomma tutto ciò che è rimasto a casa.
Così ho pensato al mio laboratorio, un locale che rimane all'esterno dell'abitazione ma pur sempre all'interno della mia casa. Bella soluzione tranne che per Il Caos. Montagne di tessuti, latte di vernice, fiori di stoffa, creazioni vecchie e nuove, cataloghi, riviste, raccolte di foto, per l'ispirazione, metri, chilometri di nastri, fettucce, passamanerie, carte speciali, collezioni di lini vintage.....
Forza e coraggio, io e Lello svuotiamo tutto! E ricaviamo nella parte finale della stanza, un localino come lo desideravo io: persino le pareti, dietro gli scaffali, si sono rivelate scrostate! Che fortuna!
Un tavolo, due sedie, una finestrina con le tendine della nonna. E grazie ad un'idea della mia amica Deborah, un sacco di rami di edera drappeggiati ovunque, e anche usati come chiudipacco.
Poi la tavola, con quella bella tovaglia lunga 3 metri e che scende a terra.
Le stoviglie a pois gentilmente offerte da Kris Nordik, un bellissimo negozio in via Regina, a Cernobbio, la cui proprietaria mi ha dato anche un cuscino di Green Gate (come le stoviglie) per completare il tutto.


















Poi le candele a forma di sacchetto di carta, crema bianche e rosse, del Castello Fatato, di Cernobbio, via Castello 3.
L'atmosfera era perfetta, raramente sono stata così soddisfatta di un lavoro fatto. Ho scattato centinaia di foto e, a poco a poco, le propongo anche a chi volesse seguirmi.

Nessun commento:

Posta un commento